Fiftyfirst Stadium

“Fiftyfirst Stadium” e una struttura polifunziona- le con caratteristiche tali da permettere il suo inserimento nella maggior parte dei contesti urbani.   ^          fc

Lo studio formale parte da una scultura che di- venta elemento modulare portante della strut­tura dello stadio. Tale elemento e rivestito in acciaio corten ed e opportunamente sottolinea- to da proiettori luminosi posti alia base.

Nasce come stadio polisportivo ed ingloba al suo interno un albergo, varie funzioni al servi- zio deN’impianto sportivo quali infermeria, mensa, palestra-sauna e funzioni complemen- tari quali uffici, sala conferenza, auditorium.

La sua versatility e dovuta principalmente al fatto di essere una struttura autosufficiente, grazie all’utilizzo di pannelli fotovoltaici che ne garantiscono I’autonomia energetica.

II progetto si basa sul massimo sfruttamento dell’area di realizzazione: Tunica parte di tutta la struttura ad essere realizzata fuori terra e lo stadio (con 80.000 posti), mentre tutte le altre funzioni sono accorpate all’interno di un edifi- cio realizzato completamente interrato situato esattamente al centro dello stadio il cui peri- metro corrisponde al perimetro del campo da gioco

L’invaso che accoglie I’edificio e caratterizzato da pareti laterali inclinate che accolgono, fino ad una certa profondita, dei pannelli fotovoltai­ci caratterizzati da un elevata mobilita per I’orientamento verso i raggi del sole in qualsia- si momenta della giornata. Le pareti dell edifi- cio sono parallele a quelle dell’invaso.

II vuoto tra il campo da calcio e il bordo dell’invaso e superato con un piano retrattile realizzato in policarbonato trasparente su strut­tura in acciaio. La trasparenza permette il pas- saggio della luce anche quando I’anello retrat­tile e chiuso.